Get Adobe Flash player

Anfiteatro romano

AnfiteatroRomanoLa cronologia dell'Anfiteatro Romano è piuttosto discussa, ma probabilmente fu costruito intorno al III° secolo d.c.. Lungo il viale che porta all'Anfiteatro sono disposti dei sarcofagi in pietra, rinvenuti nelle necropoli di Siracusa e Megara Iblea. L'Anfiteatro, scavato nella roccia tranne che nel lato Sud, presenta la parte superiore del tutto mancante. I grossi blocchi squadrati di cui era costituita furono asportati, in seguito, dagli Spagnoli nel XVI° secolo per la costruzione dei bastioni di difesa dell'isola di Ortigia.

Le dimensioni dell'Anfiteatro, di forma ellittica, sono notevoli: m.140x90. Sotto l'arena (m.70x40), chiusa da un alto podio, vi è un corridoio alto m.1.60, chiamato "crypta", che serviva per l'uscita dei gladiatori e degli animali feroci. Sopra il podio vi erano i primi gradini destinati agli spettatori di riguardo, con sopra scolpiti i nomi delle personalità che occupavano quei posti; a testimonianza di ciò, se ne trova ancora qualcuno di marmo con il nome. Seguiva, poi in altezza, l'ima cavea, la sola cavea rimasta, mentre la media cavea e la summa cavea si possono solo immaginare dalle fondazioni rimaste. Al centro dell'arena è scavato un sotterraneo (m. 15.50x8.70) profondo 2.50 m., dove erano posti i macchinari destinati agli spettacoli, come si può notare anche da altri anfiteatri della grandezza di quello di Siracusa. L'ingresso era a Sud, dove convergeva l'asse viario che divideva l'Acradina dalla Neapolis.

Richiesta informazioni

I tuoi dati verranno utilizzati soltanto per le invio di informazioni richieste, nel rispetto della privacy